La sua educazione: La vita.

Scoprì la musica a partire dalla sua propria sensibilità. Nacque in Bolivia, dotato di un’intuizione musicale considerevole. Nel 1979, iniziò il suo viaggio artistico intenso, spaziando le sue opere dall’ambito tradizionale-popolare fino al contemporaneo. La sua musica sin dagli albori è influenzata dal genere musicale de “La Cueca Boliviana”, che rappresenta il suo mezzo genuino e fondamentale di ispirazione ed espressione.

Willy Claure dà inizio a un nuovo modo di interpretazione de “La Cueca Boliviana” (la stessa che tradizionalmente rappresenta un ritmo di ballo per coppia sciolto), guidandola in una direzione personale, non necessariamente tradizionale, basata fondamentalmente sulla melodia.

La bella Cueca “No le digas” prende spunto da un testo di uno dei più eminenti scrittori boliviani, il mitico Jaime Sáenz.

Willy non è solamente il cultore de “La Cueca Tradicional Boliviana”, nel corso degli anni va cercando l’abbellimento e l’evoluzione di questa espressione culturale, sino a stabilire legami tra essa e le più grandi composizioni latinoamericane contemporanee.

Il suo libro di spartiti “30 piezas bolivianas para guitarra” è un punto di partenza in grandi scuole di musica della Bolivia e molte delle sue opere sono canzoni obbligatorie in diversi concorsi di chitarra, costituendo così un apporto considerevole al patrimonio musicale del paese.

In questa maniera, Willy Claure continua la sua attività non solo nell’ambito musicale, bensì anche come organizzatore di eventi culturali, promotore e diffusore de “La Cueca Boliviana” in Bolivia e nel mondo.

Su sua iniziativa, il 30 novembre 2015 fu emanata la legge nazionale (Ley Nacional 764) che dichiara la “Cueca Boliviana, patrimonio culturale e immateriale dell’ Estado Plurinacional de Bolivia”, che a sua volta istituisce annualmente la prima domenica di ottobre come il giorno de “La Cueca Boliviana” (“El Día de la Cueca Boliviana”), che si celebra in tutta la Bolivia e anche al di fuori.

Willy Claure fu nominato ambasciatore de “La Cueca Boliviana” (“Embajador de la Cueca Boliviana”) e ambasciatore del Nation Branding (“Embajador Marca País”) per lo stato boliviano, rappresentato dal ministero della comunicazione rispettivamente della cultura. Dal momento della nomina, l’artista è “Representante Oficial del País”.

L’artista svolge il suo lavoro tra Svizzera e Bolivia, in particolare a Cochabamba, città nella quale fondò e presiede la “Fundación Cultural Cueca Boliviana”.

Willy Claure, nella sua tesi di laurea in antropologia dichiara: 

La Cueca, espressione musicale del Sudamerica, è patrimonio e bene comune condiviso dai popoli che la ospitano. Non esiste un suo proprietario unico né esclusivo, questo ballo è peruano, è cileno, è boliviano, è argentino, è messicano, ecc. e appartiene a tutti i popoli che lo sentono proprio e lo rivendicano per se stessi.

Attualmente Willy Claure esegue concerti come solista o collaborando con musicisti boliviani e stranieri. L’esponente talentuoso della chitarra latinoamericana diffonde la sua arte su vari palcoscenici nel mondo, lasciando il suo patrimonio prezioso al ritmo del suo cammino.

Willy Claure

LIBRI & PARTITURE
Calle Cueca 13

Cochabamba - Bolivia

Tel: (+591) 722 28 245  


guitar@willyclaure.com

www.fundacioncuecabolivianawc.org

 

guitar@willyclaure.com

       
VISITE: 566474